Bando di partecipazione 2016

BANDO UFFICIALE PER LA QUARTA EDIZIONE

REGOLAMENTO

Il presente Bando di concorso, con scadenza 1 ottobre 2015, disciplina la selezione di spettacoli e letture, nonché il Premio Mario Fratti dell’edizione In Scena! 2016.

Si prega di leggere attentamente tutto il bando prima di inoltrare la proposta.

Nato per celebrare il teatro italiano negli Stati Uniti, In Scena! Italian Theater Festival NY ê organizzato da Kairos Italy Theater e KIT Italia in partnership con varie istituzioni in America e in Italia (la lista in continuo aggiornamento è pubblicata su inscenany.com). In Scena! accoglie la presentazione di proposte di spettacoli teatrali per la terza edizione del Festival, che si terrà a New York dal 2 al 16 maggio 2016 (varie sedi nei 5 distretti della città: Manhattan, Brooklyn, Queens, Staten Island e The Bronx oltre ad alcuni centri fuori New York).

Mirando alla selezione di tre diverse tipologie di proposta, il presente bando si articola in altrettante sezioni:

1. Spettacoli – Scadenza 1 ottobre – Compila la scheda di partecipazione

2. Letture in traduzione – Scadenza 1 ottobre – Compila la scheda di partecipazione

3. Premio Mario Fratti – Scadenza 15 dicembre – Compila la scheda di partecipazione

I partecipanti a ciascuna selezione sottoscrivendo la scheda di partecipazione dichiarano di accettare integralmente le condizioni indicate nel presente bando. L’Organizzazione del Festival avrà poi cura di formalizzare con le compagnie selezionate un accordo secondo quanto di seguito descritto.

Tassa di Partecipazione

Per gli Spettacoli e le Letture in Traduzione non è richiesta una tassa di iscrizione, nonostante sia pratica comune nei festival statunitensi imporla. Non essendo prevista la copertura delle spese di viaggio e ospitalità o per le traduzioni, l’Organizzazione è infatti consapevole dello sforzo che compagnie, soprattutto, e autori fanno per partecipare al Festival. In scena! lavora dunque per il quarto anno – e si auspica per molti anni ancora – senza chiedere alcun contributo alle compagnie e agli autori che devono comunque affrontare spese per partecipare.

Per il Premio Mario Fratti è stata invece prevista una tassa di $35.00, i cui introiti verranno utilizzati per coprire le spese per la ricezione, analisi e scelta dei testi, nonché di traduzione del testo vincitore.

In alcune location è previsto un biglietto di entrata agli spettacoli e alle letture, entrata che andrà a coprire parte delle spese organizzative. Gli artisti potranno assistere gratuitamente a tutti gli spettacoli del Festival. Per i soli spettacoli è inoltre prevista la possibilità di dedicare spazio ad eventuali sponsor privati individuati dalla Compagnia (vedi il sottostante paragrafo Sponsor nella Sezione 1 – Spettacoli).

Alle compagnie selezionate sarà richiesto il versamento di un deposito cauzionale di 500 dollari, che verrà restituito prontamente all’arrivo della compagnia negli Stati Uniti. Nel caso in cui la compagnia selezionata e che ha dato conferma della propria partecipazione decidesse di non partecipare più al Festival nel corso delle settimane successive, il deposito verrà trattenuto dalla organizzazione a copertura delle spese già sostenute e degli accordi presi con terzi in riferimento al lavoro della Compagnia stessa. Sono naturalmente esclusi i casi in cui la compagnia non potrà partecipare per cause evidentemente di forza maggiore, come ad esempio gravi impedimenti di salute.

 

SEZIONE 1 – SPETTACOLI

Saranno presi in considerazione solo spettacoli e testi già presentati in Italia, ma inediti a New York. Le proposte dovranno essere basate su testi e drammaturgie italiane ed essere – in senso lato – rappresentative della cultura italiana, anche locale/dialettale. Almeno cinque fra gli spettacoli proposti saranno selezionati per essere presentati nell’ambito del Festival. Da quest’anno la sezione è aperta anche al Teatro ragazzi, con la selezione di almeno uno spettacolo. Per entrambe le categorie la scelta avverrà in base al seguente regolamento:

Criteri di ammissione

Possono essere presentati spettacoli basati su testi di autori italiani che scrivano in lingua italiana.

È possibile presentare proposte di spettacoli in qualsiasi forma di scrittura scenica, incluse opere dialettali o adattamenti e trasposizioni da testi narrativi, purché questi siano già stati allestiti in Italia in forma compiuta, e purché non siano mai stati rappresentati a New York.

Data la natura itinerante del Festival, e dunque la diversità dei luoghi in cui esso si svolge, gli spettacoli dovranno prestarsi ad una presentazione in forma tecnicamente ridotta ed essere flessibili a seconda dello spazio, del materiale in dotazione e del tempo di prove a disposizione nello stesso.

Nell’ambito del Festival gli spettacoli potranno essere parzialmente sopratitolati oppure presentati in versione bilingue, con l’introduzione di alcuni brani in inglese.

Titoli di preferenza

Nella selezione verrà data priorità a:

1. Spettacoli di durata non eccedente le due ore

2. Testi duttili alla comprensione per un pubblico misto

3. Spettacoli con traduzione professionale in inglese disponibile e/o che possano essere parzialmente recitati in lingua inglese

4. Facilità di allestimento

 

Cause di inammissibilità

Le proposte non rispondenti alle seguenti richieste non saranno prese in considerazione:

a) Per le opere dialettali, in caso di richiesta, deve essere disponibile la traduzione italiana

b) Per adattamenti e trasposizioni da testi narrativi deve essere indicata chiaramente la fonte, riportando nel frontespizio: titolo dell’opera originaria, autore, anno di prima pubblicazione/rappresentazione, attestazione di proprietà o accordo sui diritti dell’opera originale

c) Prima della conclusione del Festival, gli spettacoli che ne fanno parte non possono essere rappresentati a New York, neanche in forma di lettura

e) Ciascuna Compagnia può inviare un massimo di tre proposte

f) Non sono ammesse proposte non supportate dal video dello spettacolo, preferibilmente integrale, e comunque non complete della documentazione di cui alle sottostanti linee guida

Linee guida per l’invio delle proposte

Ciascuna proposta dovrà essere inviata tramite un’unica email all’indirizzo performance@inscenany.com indicando nell’oggetto SPETTACOLI + il titolo dello spettacolo proposto. Contestualmente la Compagnia dovrà compilare online scheda di presentazione disponibile QUI

La email dovrà contenere in allegato seguenti materiali:

– breve lettera di accompagnamento che spieghi l’interesse per il Festival

– presentazione dello spettacolo che spieghi il progetto e ne riassuma i contenuti (massimo 3 pagine)

– scheda tecnica con i requisiti minimi indispensabili

– testo integrale

– rassegna stampa: recensioni, articoli ed interviste

– biografia della compagnia e degli artisti coinvolti

– liberatoria (o certificazione dell’autorizzazione) per i diritti d’autore

– documentazione video dello spettacolo, preferibilmente in versione integrale (il link al video online va inserito nella scheda da compilare online, eccezionalmente si accettano video via dropbox o via wetransfer)

Saranno prese in considerazione esclusivamente le proposte pervenute complete della suddetta documentazione entro il 1 ottobre 2015. Le compagnie/produzioni degli spettacoli selezionati saranno quindi contattati entro il 10 novembre 2016.

 

In caso di selezione

  1. Gli spettacoli selezionati saranno inseriti nel programma ufficiale di In Scena! 2016 ed allestiti a New York nel mese di maggio 2016 per un minimo di due rappresentazioni. Una data sarà ospitata a Manhattan e una in uno degli altri distretti della città. La possibilità di eventuali ulteriori date sarà offerta al momento dell’ammissione al Festival.

  2. L’Organizzazione si fa carico di offrire lo spazio, incluse le attrezzature tecniche in dotazione, nonché la promozione nell’ambito della manifestazione.

  3. Le sedi saranno determinate dall’Organizzazione stessa in base ai requisiti tecnici ed al tipo di spettacolo.

  4. Al momento di assegnazione delle sedi, l’Organizzazione invierà pianta e scheda tecnica dei luoghi scelti. La Compagnia avrà quindi a disposizione un numero minimo di ore di prove – variabile da luogo a luogo – nei luoghi deputati allo spettacolo.

  5. Gli spettacoli saranno allestiti in modo molto essenziale e con effetti luce ridotti; la strumentazione tecnica verrà procurata dall’Organizzazione. A questo proposito, l’Organizzazione avrà vari colloqui con la compagnia in modo da concordare quali potranno essere le esigenze tecniche anche in relazione agli spazi assegnati.

  6. Al termine del Festival, l’Organizzazione consegnerà alla Compagnia le foto, la rassegna stampa e quando possibile il video degli spettacoli realizzati durante il Festival.

 

La Compagnia si impegna a:

  1. Inviare prontamente tutti gli ulteriori materiali richiesti dall’Organizzazione

  2. Inviare appena possibile – e comunque almeno sei settimane prima dell’evento – i requisiti tecnici stabiliti dopo aver esaminato i luoghi assegnati per gli spettacoli, allegando il copione dello spettacolo con cambi di luce ed eventuali musiche

  3. Concordare con l’Organizzazione la metodologia con cui realizzare i sopratitoli e le parti da sopratitolare.

  4. Fornire all’Organizzazione entro e non oltre il 15 gennaio 2016 la traduzione professionale del testo e l’inserimento dello stesso su slide power point, secondo quanto preventivamente concordato con l’Organizzazione stessa

  5. Coprire le spese di viaggio e alloggio per i componenti della Compagnia.

Sponsor

Immaginando quale sforzo finanziario affrontino le compagnie per partecipare a In Scena!, l’organizzazione mette a disposizione un prospetto sponsor indicante le varie modalità di sponsorizzazione disponibili.  In questo modo ciascuna Compagnia avrà la possibilità di concordare liberamente con i propri eventuali sponsor le diverse opportunità di visibilità durante il Festival.

Qualora intendiate individuare sponsor privati per sostenere l’allestimento del vostro spettacolo, vi preghiamo quindi di contattare l’organizzazione alla email info@inscenany.com per richiedere il suddetto prospetto sponsor e per discutere in dettaglio le varie forme di sponsorizzazioni che il Festival può offrire.

 

SEZIONE 3 – LETTURE IN TRADUZIONE

Saranno presi in considerazione testi di autori italiani già presentati in Italia ma inediti a New York. Le proposte dovranno in senso lato essere rappresentative della cultura italiana, anche locale/dialettale. Almeno quattro fra le letture proposte saranno selezionate per essere presentate nell’ambito del Festival, in base al seguente regolamento:

Criteri di ammissione

Possono essere presentati testi di autori italiani che scrivano in lingua italiana o dialettale, dei quali esista o si possa produrre entro il 1 febbraio 2016 una traduzione inglese professionale integrale.

Titoli di preferenza

Nella selezione verrà data priorità a:

1. Testi la cui durata in lettura non superi i 60 minuti.

2. Testi duttili alla comprensione per un pubblico misto

Cause di inammissibilità

Le proposte non rispondenti alle seguenti richieste non saranno prese in considerazione:

a) Per le opere dialettali, in caso di richiesta, deve essere disponibile la traduzione italiana

b) Per adattamenti e trasposizioni da testi narrativi deve essere indicata chiaramente la fonte, riportando nel frontespizio: titolo dell’opera originaria, autore, anno di prima pubblicazione/rappresentazione, attestazione di proprietà o accordo sui diritti dell’opera originale

c) Prima della conclusione del Festival, le letture selezionate non possono essere rappresentate a New York

e) Ciascun autore può inviare al massimo due proposte

f) Non sono ammesse proposte non complete della documentazione di cui alle sottostanti linee guida

Linee guida per l’invio delle proposte

Ciascuna proposta dovrà essere inviata tramite un’unica email all’indirizzo performance@inscenany.com indicando nell’oggetto LETTURA+il titolo dell’opera. Contestualmente la Compagnia dovrà compilare online scheda di presentazione della proposta disponibile QUI

La email dovrà contenere in allegato seguenti materiali:

– breve lettera di accompagnamento che spieghi l’interesse per il Festival

– presentazione della lettura che ne illustri il soggetto e ne riassuma i contenuti (massimo 1 pagina)

– testo integrale

– traduzione professionale integrale se esistente

– biografia dell’autore ed eventualmente del traduttore

– liberatoria (o certificazione dell’autorizzazione) per i diritti d’autore

Verranno prese in considerazione esclusivamente le proposte pervenute complete della suddetta documentazione entro il 1 ottobre 2015. Gli autori delle letture selezionate verranno contattati entro il 10 dicembre 2015.

In caso di selezione

  1. Le letture selezionate saranno inserite nel programma ufficiale di In Scena! 2016 e presentate a New York nel mese di maggio 2016 per un’unica data, in uno dei cinque distretti della città.

  2. L’Organizzazione si fa carico di presentare la lettura, fornendo il cast di lingua inglese nonché la promozione nell’ambito della manifestazione.

  3. La sede della lettura sarà determinata dall’Organizzazione stessa in base alle esigenze del Festival.

  4. Al termine del Festival l’Organizzazione consegnerà all’autore le foto, la rassegna stampa e quando possibile il video delle letture realizzate durante la manifestazione.

SEZIONE 4 – PREMIO MARIO FRATTI

Dopo aver celebrato lo scrittore Mario Fratti per la sua opera di promozione, diffusione, valorizzazione del teatro italiano negli Stati Uniti durante la prima edizione del Festival (2013), In Scena! ha deciso di istituire a partire dal 2014 il Premio Mario Fratti per la drammaturgia italiana, intitolato all’autore a coronamento del suo impegno. La 3ª edizione del Premio Mario Fratti, si concentra sul tema della MASCHERA, intesa soprattutto – ma non solo – come maschera Pirandelliana, in onore di Luigi Pirandello di cui nel 2016 si ricorda l’ottantesimo anniversario della morte. La giuria selezionerà testi teatrali inediti e mai rappresentati di autori italiani, che trattino questo soggetto.

 

Finalità e riconoscimenti

Il Premio Mario Fratti viene attribuito annualmente all’autore di un’opera originale in lingua italiana o in dialetto, mai rappresentata. Il riconoscimento viene assegnato nell’ambito del Festival di teatro italiano In Scena! organizzato nel mese di giugno a New York, come contributo alla diffusione della drammaturgia contemporanea italiana negli Stati Uniti e con l’intento di offrire ad un autore italiano una vetrina prestigiosa a New York.

Il tema della terza edizione si concentra sul soggetto Maschera. Saranno accettati testi che affronteranno detto tema in qualsiasi maniera e sotto qualsiasi punto di vista.

Criteri di ammissione

Il Premio è aperto a tutte le forme di scrittura scenica ed è riservato ad autori italiani che scrivano in lingua italiana. I testi presentati devono essere inediti e comunque mai allestiti in forma di spettacolo.

NOTA BENE: Pur non essendo indicata una lunghezza limite del testo, si intende che il testo non potrà durare, in lettura, più di due ore massimo.

La giuria terrà conto dei seguenti criteri di giudizio:

–    Qualità drammaturgica;

    Originalità del soggetto;

–    Trattamento del tema;

–    Validità della trasposizione all’estero.

Cause di esclusione

L’inadempienza alle seguenti richieste causerà l’esclusione dal concorso:

a) Per le opere dialettali, in caso di richiesta, deve essere disponibile la traduzione italiana.

b) Per adattamenti e trasposizioni da testi narrativi deve essere indicata chiaramente la fonte del testo, riportando nel frontespizio: titolo dell’opera originaria, autore, anno di prima pubblicazione/rappresentazione, attestazione di proprietà o accordo sui diritti dell’opera originale.

c) Prima della cerimonia di premiazione, le opere inviate non possono essere rappresentate in pubblico, fa eccezione la semplice lettura scenica del testo.

d) Non verrà accettato più di un testo da parte di ciascun concorrente.

e) Non sono ammessi testi anonimi.

f) Non sono ammesse proposte non complete della documentazione di cui alle sottostanti linee guida.

 

Giuria

La Giuria del Premio Mario Fratti per la drammaturgia italiana è formata da componenti scelti fra professionisti del teatro operanti in Italia e negli Stati Uniti. E’ presieduta da Laura Caparrotti (direttrice artistica In Scena!) e vede in qualità di membro onorario lo stesso Mario Fratti. Se la Giuria del Premio, a suo insindacabile giudizio, non ritenesse alcuno dei lavori proposti meritevole del Premio, questo non verrà assegnato.

La Giuria del Premio Mario Fratti verrà annunciata entro il 1 novembre 2015, tramite  comunicazione alla stampa e sul sito di In Scena! 

Premio

All’autore del testo vincitore del 3° Premio Mario Fratti per la drammaturgia italiana sarà assegnato un premio consistente nella traduzione in inglese dell’opera e nella sua presentazione sotto forma di lettura teatrale – condotta da attori professionisti a New York – nell’ambito di In Scena! 2016Il vincitore sarà avvisato via email entro il 1 febbraio 2016. Al vincitore verrà inoltre recapitato – insieme alla traduzione e al materiale del festival – la riproduzione dell’immagine del Premio Mario Fratti creata appositamente dall’artista spagnola Victora Febrer, quale riconoscimento del premio assegnato.

Traduzione

La traduzione inglese sarà prodotta a titolo gratuito quale premio per il concorso. La proprietà della stessa, con carattere di esclusiva per 10 anni in tutti i paesi di lingua anglofona, resta proprietà di In Scena!. Al momento dell’annuncio del premio, fra l’autore e l’Organzzazione sarà stipulato un contratto secondo i parametri vigenti. La traduzione verrà consegnata all’autore dopo la lettura del testo tenutasi durante il Festival.

Comunicazione

Le informazioni sul testo vincitore del Premio Mario Fratti per la drammaturgia italiana (titolo e nome autore) saranno diffuse nel programma definitivo del Festival In Scena! e sul materiale pubblicato su altri supporti (siti web, ecc.). Il tutto verrà, inoltre, propriamente menzionato nelle comunicazioni alla stampa.

Quota di iscrizione

La partecipazione al Premio Mario Fratti prevede il versamento di una quota di iscrizione pari a $35,00 (non rimborsabili) a parziale copertura delle spese di segreteria. La quota di iscrizione dovrà essere versata tramite paypal o carta di credito attraverso il sito inscenany.com. Prova del pagamento dovrà essere inviata insieme al testo e alla scheda di partecipazione.

Linee guida per l’invio delle proposte

Ciascuna proposta dovrà essere inviata – indicando nell’oggetto il titolo dell’opera – tramite una unica email all’indirizzo mfaward@inscenany.com . Contestualmente la Compagnia dovrà compilare online scheda di presentazione della proposta disponibile

La email dovrà contenere in allegato seguenti materiali:

– testo integrale

– biografia dell’autore

– liberatoria (o certificazione dell’autorizzazione) per i diritti d’autore

– prova di pagamento della quota di iscrizione

Verranno prese in considerazione esclusivamente le proposte pervenute complete della suddetta documentazione entro il 15 dicembre 2015, i testi inviati dopo tale data non verranno ammessi al concorso. Il vincitore verrà annunciato entro il 1 febbraio 2016 Fa fede la data di ricezione del testo.

RICAPITOLANDO

Scadenze:

SPETTACOLI E LETTURE 1 ottobre

PREMIO MARIO FRATTI 15 dicembre 2015

Materiali da mandare assolutamente:

1. per le tre sezioni la scheda di partecipazione, da compilare online in tutte le sue voci

2. per le tre sezioni contestualmente alla scheda, la mail con i materiali aggiuntivi

3. per il Premio Mario Fratti la prova del pagamento della tassa di partecipazione – PAGA QUI 




4. per SPETTACOLI e TEATRO RAGAZZI: video in presa diretta

NB-Per video si intende una registrazione in cui si veda e senta l’andamento spettacolo, non video-clip o video artistici. Il video deve infatti permetterci non solo di valutare il reale sviluppo dello spettacolo, ma anche di capirne la fattibilità negli spazi a nostra disposizione.

5. per le LETTURE IN TRADUZIONE: traduzione professionale possibilmente di madrelingua inglese americano

 

GRAZIE! VI ASPETTIAMO!

Share